L’amministratore delegato di Pharmaidea Giampiero De Mestria è stato intervistato sul bisogno di innovazione nel contatto tra aziende retail.

Pharmaidea, società nata nel 2000 da tre fratelli e due amici, punta a rafforzare ulteriormente le relazioni tra imprese mandanti e farmacie clienti, passando anche per l’acquisizione di una propria linea prodotti e l’offerta di servizi di distribuzione. Essa sfrutta la multicanalità per avere una relazione più frequente e profonda con le farmacie clienti, utilizzando 4 tipi di canali diversi: una rete di dipendenti sul territorio nazionele, una rete di agenti, due contact center telefonici e il web. Alla visita “fisica” in farmacia di venditori e agenti si affianca un’attività telefonica di up e cross selling che segue ogni vendita; ciò aumenta la fidelizzazione del farmacista verso le aziende rappresentate e permette di portare in farmacia brand di grosse multinazionali con le quali il farmacista si relaziona tramite appunto Pharmaidea.

Il mercato di potenziale interesse per Pharmaidea, che l’anno scorso ha acquistato da Bayer le linee Sobrepin e Sobrefluid, rimane sempre quello Otc su cui il farmacista recupera redditività rispetto a quello dell’etico.

Pharmaidea fornisce anche il servizio “S.o.s.”, tramite il quale la farmacia può ricevere entro 48 ore dalla richiesta un farmaco “mancante” al grossista.

In futuro l’azienda vuole completare il modello di startup lanciato in Spagna due anni fa e continuare a crescere nelle relazioni con aziende farmaceutiche e farmacie.