Nelle donne in gravidanza ´stiamo assistendo a patologie di ritorno per paure ingiustificate dei farmaci. L´assenza di informazione e´ drammatica´. Lo ha detto il direttore generale dell´Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Guido Rasi. ´Abbiamo registrato lacune conoscitive – ha aggiunto Rasi – nella classe medica. Il nostro progetto mira a dare indicazioni al medico che esita a prescrivere´. Perche´, ha concluso il direttore, ´ci sono casi documentati di patologie derivanti dalla non cura´.

 

 

Fonte: Ansa